Burkina Faso, Massima Prudenza

La Farnesina invita alla Massima Prudenza a chiuncue si trovi in Burkina Faso

E’ proprio di Oggi pomeriggio la nota diffusa dal sito del Ministero degli Affari Esteri viaggiaresicuri.it, la nota sconsiglia vivamente a viaggiare in Burkina Faso se non per motivi di forza maggiore, inoltre chiunque dovrà recarsi nel paese dovrà informare l’Ambasciata Italiana presente in loco.

La Nota:

“Alla luce del quadro generale di insicurezza nell’intera area saheliana,  si consigliano viaggi nel Paese solo qualora motivati da ragioni imperative.
BurkinaFaso-allerta sicurezzaDopo i gravi turbamenti dell’ordine pubblico nell’aprile del 2011, seguiti all’ammutinamento di molti reggimenti, incluso quello della Guardia Presidenziale e della Polizia di Stato, il quadro di sicurezza generale sembra essersi stabilizzato, in particolare nei principali centri urbani di Ouagadougou e Bobo Dioulasso. Tuttavia in un contesto di latente malcontento sociale, non si può escludere una recrudescenza dei movimenti di contestazione.
Si raccomanda vivamente ai connazionali presenti in Burkina Faso di informare della propria presenza nel Paese l’Ambasciata d’Italia ad Abidjan ed il Consolato Onorario a Ouagadougou.
Si consiglia inoltre di tenersi costantemente informati sulla situazione socio-politica attraverso i mass media locali ed internazionali e di attenersi alle misure di sicurezza impartite dalle Autorità locali.  La massima cautela è raccomandata negli spostamenti, comunque sconsigliati nelle ore serali e notturne, in particolare al di fuori delle aree urbane.
In ragione del sempre presente rischio di atti di natura terroristica e di sequestri – anche ai danni di istituzioni o di strutture occidentali – nell’intera regione del Sahel, sono assolutamente sconsigliati viaggi (incluso il transito) lungo le frontiere con il Mali e il Niger. Da evitare la zona nord del Paese comprendente i tre centri di Gorom-Gorom, Djibo e Dori dove, in caso di transito o presenza necessaria (solo per scopi umanitari), la scorta é obbligatoria. Al momento anche la Capitale Ouagadougou non sembra essere esente dal rischio sequestri.”

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *