Pakistan, pray for Lahore

Iqbal Town, un popolare ritrovo domenicale per famiglie, scenario di una carneficina.

Un massacro che ha causato 69 vittime, donne e bambini in maggioranza.

Un kamikaze si è fatto saltare in aria durante i picnic nel parco pubblico Gulshan-e-Iqbal Park di Lahore, zona centrale del Paese, per festeggiare le festività pasquali, nell’area poco poco distante dalle altalene dei bambini.

Non vi era alcun servizio d’ordine a protezione del parco pubblico.

 lahore“La strage orribile di decine di innocenti nel parco di Lahore getta un’ombra di tristezza e di angoscia sulla festa di Pasqua. Ancora una volta l’odio omicida infierisce vilmente sulle persone più indifese”.

Lo dichiara padre Federico Lombardi, sull’attentato in Pakistan. “Insieme al Papa – che è stato informato – preghiamo per le vittime, siamo vicini ai feriti, alle famiglie colpite, al loro immenso dolore, ai membri delle minoranze cristiane ancora una volta colpite dalla violenza fanatica, all’intero popolo pachistano ferito”.

Un attentato terroristico rivendicato dai talebani Jamatul Ahrar, un movimento scissosi dal Tehrek-e-Taliban Pakistan (TTP).

La rivendicazione  è avvenuta attraverso una telefonata del portavoce, Ihsanullah Ihsan il quale ha affermato che “l’obiettivo dell’attentatore suicida è stata la comunità cristiana nella roccaforte della Lega musulmana pachistana-Nawaz (PML-N) al governo”.

Lahore è la città natale del premier Nawaz Sharif e di suo fratello, il governatore del Punjab, Shahbaz Sharif.

Secondo Xavier P. William, responsabile dell’ong Life for All Pakistan che si occupa di diritti delle minoranze religiose, almeno 51 vittime e 157 feriti appartengono alla comunità cristiana.

Gli oltre 300 feriti sono stati trasportati negli ospedali usando i taxi e gli autorisciò solitamente in sosta al parco.

La polizia ha confermato che l’attentatore ha utilizzato sfere metalliche nell’esplosivo per aumentare la potenza e il conseguente effetto letale.

Secondo la Casa Bianca un “atto codardo” . Il premio Nobel per la pace Malala Yousafzai ha scritto su Twitter : “Sono sconvolta da un crimine insensato che ha colpito gente innocente“.

Il premier Matteo Renzi ha scritto su twitter  : “Il pensiero corre alle piccole vittime pachistane di #Lahore e alla Pasqua insanguinata dalla follia kamikaze #prayforlahore”

fonte foto www.ilfattoquotidiano.it

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *