Usmaf e Polaria di Fiumicino in azione su un volo Alitalia

L’USMAF, gli Uffici di Sanità Marittima Aerea e di Frontiera di Fiumicino in via precauzionale al fine di ridurre e minimizzare il rischio di diffusione di malattie infettive e di altre minacce per la salute umana effettuerà accertamenti e campionature su acqua e cibi serviti a bordo del volo AZ8412, Alitalia, sul quale un gruppo composto da 20 italiani ha manifestato febbre e problemi gastrointestinali.

alitaliaIl gruppo aveva partecipato ad una crociera a Guadalupe ed è rientrato in Italia dall’aeroporto di Pointe à Pitre, atterrando al Leonardo da Vinci alle 8.40.

Durante i controlli sanitari svolti all’aeroporto di Fiumicino, i 247 passeggeri sono stati fatti sbarcare uno alla volta, ma solo il gruppo proveniente dalla crociera ha manifestato problemi di salute.

Dagli accertamenti è risultato che, nei giorni precedenti alla partenza, i 20 passeggeri lamentavano disturbi pertanto è ipotizzabile che ad aver causato il disturbo potrebbe essere stato del cibo mangiato prima di prendere l’aereo.

E’ intervenuta anche la Polaria, la Polizia di frontiera aerea, adibita a svolgere attività di controllo e prevenzione al fine di scongiurare eventuali attacchi terroristici.

Visitati dal personale medico della Sanità aerea, il gruppo è stato dimesso.

(immagine fonte www.ilmessaggero.it)

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *