Il turismo in Sicilia non va bene, l’attacco del Corriere

valle-templi-agrigentoChe il turismo in Sicilia non riesca a decollare, è un fatto noto da tempo. L’isola è una delle regioni più belle del Mediterraneo, anzi dell’intero pianeta. A dirlo è l’Unesco, l’agenzia dell’Onu che si occupa di tutelare i beni culturali. Ben 6 aree sono state inserite tra il Patrimonio dell’Umanità e altre zone potrebbe rientrarvi. Insomma, c’è una concentrazione di bellezza con pochi eguali al mondo. Nonostante ciò, i turisti che arrivano, dall’Italia e dall’estero, sono ancora troppo pochi.

Sì, perché i riconoscimenti Unesco servono, e anche le serie tv di grande successo come Montalbano fanno una grande pubblicità all’isola, ma non bastano. Il problema, ancestrale, è quello delle infrastrutture. Il fatto che l’isola sia mal collegata al resto d’Italia e d’Europa scoraggia e non poco i viaggiatori.

A dirlo è anche il Corriere della Sera, tramite l’autorevole penna di Gian Antonio Stella. Il giornalista spiega come la situazione siciliana, dal punto di vista dei trasporti, rischia addirittura di peggiorare. Vista la nuova strategia di Alitalia-Etihad, dal prossimo 1 ottobre AirOne non solo chiuderà la propria sede di Catania cancellerà anche i voli diretti per Monaco, Mosca, Berlino, Amsterdam, Parigi, San Pietroburgo, Dusseldorf, Praga. È rimasta Londra, assorbita da Alitalia, ma con una sola cadenza, quella del sabato. Per quanto riguarda i voli nazionali sono stati cancellati Bologna, Torino, Venezia, Verona.

Grandi reazioni da parte della politica locale e romana non ce ne sono stati. Forse il turismo non è considerato strategico dalle istituzioni? Il dubbio rimane.

Le cifre sul settore turistico, nonostante qualche segnale positivo si sia avuto, non sono tali da far restare tranquilli. La Sicilia raccoglie solamente un trentunesimo dei soldi derivanti dal turismo in Italia.

Poi Stella fa un paragone impietoso. Le Isole Baleari, in Spagna, accoglie un numero di turisti 11 volte maggiore a quello che arriva in Sicilia. Numeri clamorosi, su cui riflettere. E non solo.

Foto da Wikipedia: Valle dei Templi, Agrigento. 

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *