Aereo malese precipita fra Russia e Ucraina: 295 i morti

Disastro aereo al confine tra la Russia e l’Ucraina. Boeing colpito da missile terra-aria

cartina-aereoIn base a quanto scrive l’agenzia di stampa Interfax, a bordo c’erano in tutto 295 persone: 280 i passeggeri e 15 i membri dell’equipaggio. Il mezzo viaggiava da Amsterdam, Olanda, in direzione di Kuala Lumpur, capitale della Malesia: fonti ufficiali riportano che non ci sarebbero sopravvissuti. Il ministro russo ha affermato che l’aereo è stato “abbattuto da un missile“.
Il presidente ucraino Poroshenko ha immediatamente affermato che i suoi militari non sono coinvolti e ha  avviato “un’inchiesta”. Una indagine approfondita è chiesta anche dal presidente malese, Najib Razak. Un consigliere del ministero dell’Interno ucraino ha dichiarato che l’aereo della Malaysia Airlines è stato abbattuto da un missile Buk terra-aria e ha accusato i separatisti filorussi in Ucraina. Il Buk è uno strumento di guerra assai potente visto che ha una gittata massima di 30 chilometro e una quota massima di tangenza di 14 chilometri. L’aereo abbattuto è sparito dai radar nel momento in cui si trovava a quota 10.000 metri.
Il Boeing 777 della Malaysia airlines è caduto vicino alla città di Donetsk: qui sono aspri i combattimenti fra l’esercito ucraino e i ribelli legati alla Russia. Insomma la situazione nell’est Europa, già incandescente, si è ulteriormente infiammata, al di là del fatto che i media ultimamente abbiano tralasciato questo fronte di guerra.
La notizia del disastro aereo in Ucraina ha subito fatto il giro del mondo e sta avendo ripercussioni a ogni livello: da quello politico a quello economico e finanziario. La Borsa americana di New York, Wall Street, ha aperto questo pomeriggio in netto ribasso. Il timore è che il conflitto nell’est Europa possa diventare esplodere. La Russia, come si sa, ha una rilevanza geopolitica ed economica fondamentale e il conflitto con l’Ucraina preoccupa non poco i mercati.
Ad ogni modo, adesso la priorità è capire cosa sia avvenuto. Non sarà facile accertare le responsabilità, anche perché non ci sono rivendicazioni di nessun gruppo terroristico.

Fonte Foto repubblica.it

 

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *