Tel Aviv gay-friendly, Israele, Miss Trans 2016

Ta’alin Atelaviv1bu Hanna, è una ragazza di religione cristiana araba di 21 anni che vive a Nazareth.

Il 27 maggio è stata eletta a Tel Aviv ‘Miss Trans 2016’ di Israele.

Il primo concorso di bellezza di questa categoria.

Abu Hanna è una ballerina di danza classica e moderna, ha dovuto competere con altre 11 concorrenti provenienti da tutta Israele.

Il concorso si è svolto a qualche giorno di distanza dalla parata del Gay Pride che si terrà il 3 giugno a Tel Aviv.

Abu Hanna rappresenterà Israele, presente per la prima volta, nella competizione ‘Miss Trans International’ in programma a Barcellona a settembre.

Ta’alin Abu Hanna, ha indossato un abito da sposa bianco e ha descritto la sua vittoria come “storica” ,  promuovendo l’uguaglianza.

Inoltre riceverà in premio una somma pari a 15.000 dollari, trattamenti di chirurgia plastica presso una clinica in Thailandia, volo e soggiorno in albergo durante i trattamenti e il recupero.

Israele è generalmente  tollerante verso i gay, e Tel Aviv è una delle mete più gay-friendly del mondo.

La città israeliana è in netto contrasto con molte parti del Medio Oriente, dove i gay sono spesso ancora barbaramente perseguitati.

Abu Hanna  ha dichiarato ai giornalisti che è “orgogliosa di essere un’ israeliana… se non fossi nata in Israele ma altrove – in Palestina o in qualsiasi altro paese arabo – sarei stata sicuramente perseguitata, messa in prigione o addirittura uccisa “

telaviv2Diversi finalisti hanno dichiarato ai giornalisti che hanno dovuto lottare contro la disapprovazione dei membri maschi della famiglia.

Caroline Khouri, 24 anni, della città araba di Tamra, ha detto a NBC News che i suoi parenti maschi hanno cercato di ucciderla dopo aver appreso che aveva deciso di operarsi per diventare donna.

“I miei cugini, mio padre, mio cognato, tutti mi hanno picchiato, mi hanno preso con la forza e hanno tagliato i miei capelli, mi hanno legato al letto e mi ha lasciato lì per tre giorni senza cibo… sono stata salvata dalla polizia”.

fonte e immagini www.timesofisrael.com

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *