Meridiana 90 è la paura, 902 l’esubero

902 esuberi da gestire ma per le parti sociali “sono fondamentali il ruolo e le proposte che Qatar Airways può riservare per l’intero gruppo Meridiana”, “Durante l’incontro odierno in sede ministeriale il Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi ha illustrato lo stato di avanzamento della vertenza Meridiana”, spiegano le Segreterie nazionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, UilTrasporti e UglTrasporti. “È stata ufficializzata – proseguono – la firma del decreto per il fondo di solidarietà del trasporto aereo di cui è prossima l’emanazione. Il governo ha invitato le parti a trovare un’intesa sul contratto di lavoro e sulla gestione degli esuberi di Meridiana”.

“Da parte sindacale – osservano le quattro sigle – è stato riconfermato il giudizio positivo sull’opportunità della partnership con Qatar Airways. È stata anche espressa soddisfazione per la prossima emanazione del decreto”.

In data odierna, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, alla presenza del Ministro Federica Guidi e del Vice Ministro Teresa Bellanova e dei rappresentanti del Ministero del Lavoro e delle Infrastrutture e Trasporti, si è tenuto l’incontro fra Meridiana fly, Meridiana Maintenance e le organizzazioni sindacali.

Laddove fosse sottoscritto l’accordo di partnership e le adesioni al part-time fossero nella misura massima indicata dall’azienda, il numero finale delle persone eccedenti risulterebbe pari a 514.

Per la gestione del personale in esubero, l’azienda ha confermato la possibilità di usufruire delle uscite incentivate, in base agli accordi già in essere.

Il Ministro Guidi ha infatti comunicato nel corso della riunione che è in corso di emanazione un provvedimento legislativo che dovrebbe permettere l’estensione della mobilità di un ulteriore biennio.

La Cassa Integrazione Straordinaria termina il 30 aprile per Meridiana Maintenance e il 26 giugno per Meridiana fly, a tal proposito l’Azienda ha annunciato la data dell’11 aprile 2016 quale termine ultimo per l’apertura delle procedure di mobilità.

Ti potrebbe interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *